Giardino di DART Villa Verlicchi – Lavezzola RA

Maria Giovanna Morelli

Domenica 10 luglio alle ore 10.30 nei Giardini rinnovati di Villa Verlicchi sarà presentato al pubblico il catalogo ‘Allo en Allo’ risultato della residenza ‘Monos Monos’ a cura di Maria Giovanna Morelli e Gianni Mazzesi per CRAC.

Il dialogo con gli artisti

Ne parlano con noi gli artisti Giulia Vannucci e Alessia Certo in arte Didymos Massimiliano Marianni in un dialogo aperto insieme a Federica Pogliani, critica d’arte esperta in digital art, l’assessore alla cultura Raffaella GasparriRosa Banzi presidente di CRAC e Gianni Mazzesi curatore.

A seguire un piccolo brunch con gli artisti e i curatori della residenza.

La prima residenza ‘Monos Monos’ ospitata a DART nel 2021 ha avuto come artisti partecipanti il duo Didymos e Massimiliano Marianni che hanno sviluppato il progetto attorno il concetto di allo en allo, una cosa nell’altra.

Centrale nella loro ricerca è stato il passaggio di stato di una forma in un’altra, inteso come trasformazione di un oggetto che sciogliendosi si fa suono.

Come ci dicono Didymos e Marianni “Allo en Allo proviene dalla riflessione sul libro IV della Fisica di Aristotele. Ci si interroga sul luogo, sul limite dell’ente e sulla correlazione dell’ente con l’altro dal sé; l’intero e la parte, la realtà discreta, le sue essenze eidetiche.”

L’ispirazione delle opere

Gli artisti sono partiti concentrandosi sui dati sonori e visivi carpiti sul luogo Villa Verlicchi, nel suo parco e nei luoghi limitrofi: hanno realizzato stampi in gomma siliconica e gesso di elementi stutturali degli spazi della villa da cui hanno poi colato copie in cera d’api. Successivamente il tutto è andato a fondersi tramite un dispositivo che ha permesso la fusione degli oggetti in cera. Le gocce di cera colante, cadendo su di un recipiente, si sono fatte poi suono mediante un microfono a contatto collegato ad un computer in 5 canali audio.

A connettersi con le vibrazioni sonore prodotte dalla cera in fusione, gli artisti, hanno collegato uno sgocciolatoio ad acqua e foglia d’oro realizzato in legno e vetro che propaga un suono di gocce continuo.

Uno spazio meditativo

Il tutto si è poi concluso in un’unica perfomance vocale e sonora del duo Didymos e di Marianni che attraverso voce e suoni elettronici hanno saputo fornire un risultato inedito creando uno spazio meditiativo per gli ascoltatori.

Promotori della residenza sono stati l’associazione CRAC – Centro in Romanga Ricerca Arte Contemporanea e il comune di Conselice. Il progetto ha goduto di un finanziamento della Regione Emilia-Romagna.

Vi aspetto quindi domenica 10 luglio alle 10.30 a Lavezzola presso gli spazi di Villa Verlicchi.

A presto!

Tabella dei contenuti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti su mostre e opere. 

Maria Giovanna Morelli

QUALCOSA SU DI ME  SU DI ME  SU DI ME 

La mia ricerca è basata sulla necessità di indagare i conflitti quotidiani che vivo. Li trasformo in immagini, ritagli o sculture.

Accumulo oggetti e cose dalle forme bizzarre ed evocative, che diventano spunto per approfondire le relazioni familiari che mi coinvolgono.

A volte un oggetto può perdere completamente il proprio significato per assumerne uno nuovo, oppure diventare inutile per venire sublimato dall’opera stessa diventando pittura.

Spesso ne cambio la funzione mettendolo in relazione con forme e parole per permetterne una lettura di significati diversi.
Mi piace pensare che il mio lavoro contribuisca a ridare dignità a cose dimenticate. Spesso uso questi oggetti
come simulacro per mantenere vivo il ricordo di una persona che ho perso e riempirne il vuoto che mi ha lasciato.

Talvolta uso un approccio ironico nel mio lavoro, quasi irriverente.

All’inizio del processo creativo c’è sempre un momento di attesa, prima di capire come interpretare e tradurre in immagini ciò che voglio comunicare, poi inizia la sperimentazione. E’ in questa fase che scelgo la tecnica per la realizzazione dell’opera, in relazione al significato finale che questa deve assumere.

Uno stesso oggetto può diventare spunto per più lavori ottenuti con tecniche diverse: installazione e scultura, pittura e disegno, collage e assemblaggi.
Nella mia ricerca sto intraprendendo un viaggio, durante il quale devo attraversare soglie risolvendone gli enigmi.

Ciò che realizzo ne sono le chiavi, le soluzioni. Una volta che l’opera è conclusa è anche risolta.

Essa diventa una vera e propria soglia attraversabile da chiunque la osserva e decida di fruirla.

SULLA MIA VITA MIA VITA MIA VITA

  • È un’artista italiana nata a Lugo (RA) nel 1978.
  • Si è laureata in Ingegneria e Architettura nel 2005 presso l’Università Alma Mater Studiorum, Bologna (Italia).
  • Vive e lavora a Russi, vicino a Ravenna (Italia).
  • Nel 2014 fonda il Collettivo Instabile, collettivo artistico indipendente con Gianni Mazzesi.
  • Nel 2018 ha fondato Casa Baldassarri, un nuovo spazio per artisti a Bagnacavallo, in Italia.
  • Collabora e gestisce uno spazio di ricerca artistica con il gruppo artistico indipendente CRAC.

LE MOSTRE MOSTRE MOSTRE

  • Sogno Liquido, curated by Veronica Bassani e Filippo Maestroni, Palazzo delle Esposizioni, Faenza – 2021
  • Taking apart memories, curated by Sandra Pattin, Francesca Morozzi, Chiasso perduto, Firenze – 2021
  • IOTUNOI, curated by Collettivo Instabile Morelli Mazzesi & CRAC, DART Villa Verlicchi, Lavezzola IT – 2020
  • Welcome to the Machine, curated by Francesca Canfora, Festival della Tecnologia, Politecnico di Torino – 2019
  • COMBAT Prize, Museo Fattori, Livorno
  • Arte Laguna Prize, curated by Igor Zanti, Nappe dell’Arsenale, Venezia
  • Paratissima Art Talents, curated by Francesca Canfora, Castello Visconteo, Novara (IT) – 2018
  • Mettersi a nudo, curated by Gabriele Pantaleo and Ludovica Romano, N.I.C.E. Paratissima Torino, Caserma La Marmora
  • Figure del vuoto, solo show, Chiesa in Albis, Russi, RA
  • Merzbau Fotografie, curated by Giulia Marchi, Santevincenzi2 Bologna – Art White Night
  • Love is in the air?, solo show, curated by Collettivo Instabile Morelli Mazzesi, Centro Culturale “Carlo Venturini”, Massa Lombarda – 2017
  • #Rivoluzione03, curated by Giulia Marchi, SiFEST Off
  • Post Places. Dove vanno le lumache, curated by CRAC Arte per ScrittuRA Festival, S. Maria delle Croci Ravenna e Sala delle Pescherie LugO
  • Arte Laguna Prize, curated by Igor Zanti, Nappe dell’Arsenale, Venezia
  • ARTROOMS LONDON (collettivo instabile-Morelli Mazzesi), curated by Le Dame Gallery, Melia White House Hotel London – 2016
  • Traume sind schaume (I sogni sono schiuma), via Mazzini 88 Bagnacavallo, a cura di Galleria Instabile
  • CONCREZIONI-mapping our differences, Gianni Mazzesi e Maria Giovanna Morelli – Oratorio S. Sebastiano Forlì, a cura di Galleria Instabile – 2015
  • CONCREZIONI, via Mazzini 88 Bagnacavallo, a cura di Galleria Instabile
  • HeartQuake Wop 2.0 Rigiocati Crevalcore curated by CRAC

LE PUBBLICAZIONI PUBBLICAZIONI PUBBLICAZIONI

  • FINE ZINE – 2020
  • OBSzine#7  – 2018